Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa

Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa visit ercolano

Descrizione:

Il Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa è un museo ferroviario ubicato tra i confini di Portici e San Giorgio a Cremano.
Sorge in posizione adiacente alla stazione ferroviaria Pietrarsa-San Giorgio a Cremano.

Il museo ferroviario è stato realizzato laddove sorgeva un vecchio sito borbonico di Pietrarsa, struttura concepita da Ferdinando II di Borbone nel 1840 come industria siderurgica e dal 1845 come fabbrica di locomotive a vapore. L'attività ebbe inizio con il montaggio in loco di 7 locomotive, utilizzando alcune parti costruite in Inghilterra secondo uno dei precedenti modelli inglesi acquistati nel 1843. Il 22 maggio di quell'anno, Ferdinando II emanò un editto nel quale tra l'altro veniva riportato: «È volere di Sua maestà che lo stabilimento di Pietrarsa si occupi della costruzione delle locomotive, nonché delle riparazioni e dei bisogni per le locomotive stesse degli accessori dei carri e dei wagons che percorreranno la nuova strada ferrata Napoli-Capua». Nel 1853 a Pietrarsa prestavano la loro opera circa 700 operai facendo il primo e più importante nucleo industriale italiano oltre mezzo secolo prima che nascesse la Fiat.

Il sito ospita locomotive a vapore, locomotive elettriche trifase, locomotive a corrente continua, locomotori diesel, elettromotrici, automotrici e carrozze passeggeri.

Nel museo ritroviamo anche celebri locomotive a vapore come la gruppo 290, gruppo 835, gruppo 480, elettriche in corrente continua come la E.326, E.626, nonché locomotive elettriche trifase, dei veri e propri gioielli che hanno fatto la storia ferroviaria italiana.
Consigliato, per gli amatori rappresenta un must